• “Dopo l’eccezionale esperienza della Via de la Plata, mi aspetto di ritrovare la dimensione dell’homo viator, del viandante che osserva, e del pellegrino che conserva in sé la ricchezza che incontra. E mi aspetto soprattutto di ritrovare la condivisione di una esperienza che cambia la vita con gli amici con cui si cammina. Infine, sono particolarmente felice di iniziare il viaggio, di compiere il primo passo che contiene in sé già la meta.”
    Rosario Tronnolone, Radio Vaticana 

     

     

    “Ogni volta penso sia l’ultima. Poi quando arriva maggio riprendo gli scarponi e via. Evidentemente sono tante le strade d’Europa che si possono percorrere a piedi e troppo forte è per me il loro richiamo.”
    Lorenzo Sganzini, RSI Rete2

     

     

     

     

     

     

    “Ho preso parte a diversi tipi di progetti radiofonici e fatto tanti tipi di radio differenti, ma un’esperienza di questo genere (un pellegrinaggio radiofonico) mi mancava!!! Sarà bello confrontarsi con colleghi che lavorano in radio diverse dalla mia. Mi spaventano un po’ tutti questi chilometri a piedi, ma voglio viverla  come una pausa di riflessione ed uno stacco dalla mia quotidianità.”
    Barbara Urizzi, radio Capodistria

     

     

     

     

    “Percorrere una delle più importanti vie medioevali di pellegrinaggio verso la Terra Santa offre sicuramente l’opportunità di scoprire nuovi orizzonti e di meglio conoscere la spiritualità del cristianesimo. In poche parole, una porta verso una nuova via d’accesso. Sarà sicuramente un’esperienza fantastica, sia personale che professionale. Ho avuto la fortuna di visitare la Terra Santa, raggiungendola, però, in aereo.  Il cammino lungo la Via Francigena del Sud, un’eccellente iniziativa della RAI e della Comunità Radiotelevisiva Italofona, offre sicuramente un’ottima occasione di abbinare l’esperienza del presente al ritorno nel tempo.”
    Iuliana Anghel, Radio Romania

     

     

    “Mi aspetto di incontrare e conoscere tanta gente, comunicare con loro e vedere il mondo attraverso i loro occhi. Vorrei provare le loro emozioni e ascoltare le loro storie per poi poter raccontare le mie esperienze alla radio. Mi piacerebbe eliminare tutti i confini tra un conduttore radiofonico e i suoi ascoltatori.”
    Florian Zyka, radio Tirana

     

     

     

     

     

     

    “Il traguardo si conosce in anticipo ma il bello del cammino rimane il momento del percorso tutto da scoprire in ogni suo particolare. Mi attendo inoltre nuovi incontri, senza i quali il cammino avrebbe un valore completamente diverso.”
    Iva Pavletić
    , radio Fiume

     

     

     

     

     

     

     “Pacatamente ma inestinguibilmente curiosa, affronta questo viaggio con il desiderio di saggiare, a ogni passo, la distanza tra il passato e il presente, il mito e la storia. E perché no, mettere alla prova le gambe.”
    Sandra Sain, RSI rete2

     

     

     

     

     

     

     

    “Tante radio e tanti giornalisti che valorizzano la lingua italiana è una soddisfazione per la Comunità Italofona. Inoltre questo percorso ha come valore aggiunto l’incontro con culture altre, che è sempre un’arricchimento.”
    Loredana Cornero, Comunità Italofona

     

     

     

     

     

     

    “Esultai quando mi dissero “andiamo alla casa del Signore”, recita il salmo 121, inno di pellegrini in cammino ben più di due millenni orsono. Oggi, uscendo di casa verso la stessa meta, che racconteremo con mezzi molto simili, ripetiamo con commozione queste parole antiche.”
    Sergio Valzania, RadioRai


Visualizza DA ROMA A GERUSALEMME in una mappa di dimensioni maggiori

Credits e ringraziamenti

Un programma di Sergio Valzania
a cura di Giovanna Savignano

in collaborazione con:




e il supporto di



Siti amici





INDIRIZZI UTILI

PODCAST RadioRaiWeb

CALENDARIO

agosto: 2017
L M M G V S D
« giu    
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  

CERCA

Rai.it

Siti Rai online: 847